Aller à la page d'accueil. | Aller au contenu. | Aller à la navigation |

Cerca tra gli strumenti didattici Cerca tra gli strumenti didattici

...per progettare e realizzare le tue attività di educazione allo sviluppo sostenibile, alla solidarietà e alla cittadinanza mondiale.

 
 

ACQUA FONTE DI VITA

Scuola Secondaria di Manta “Rosa Bianca”
  • Nomi insegnanti referenti del progetto educativo Linda Mancino (insegnante di scienze matematiche)

    Scuola Secondaria di Manta “Rosa Bianca”
    Via Garibaldi, 61- 12030
    Manta (CN)
    Telefono: 0175/86258
    Fax: 0175/86258
  • 12030 - Manta (CN)
  • Scuola

Partner(s)

 

 

CCM – Comitato Collaborazione Medica

Via Cirié,32/e – 10152 Torino

Telefono: 011.6602793

Fax: 011.3839455

Sito web: www.ccm-italia.org 

Email: ccm@ccm-italia.org

 

 

Temi

  • Acqua
  • Alimentazione

Livello d’istruzione

  • Scuola primaria

Classe 1^A e 1^B

Materie scolastiche associate

  • Scienze naturali, biologia/ecologia
  • Storia-Geografia / Scoperta del mondo
  • Fisica/chimica

Discipline o aree disciplinari coinvolte / collegabili:
Coinvolte: scienze, geografia, educazione alla salute
Collegabili: storia

Descrizione del progetto/azione/attività

Metodologia:

Tutti gli incontri hanno previsto un approccio partecipativo e non formale basato sul diretto coinvolgimento degli alunni e, ove possibile, delle insegnanti. Gli strumenti utilizzati sono stati molteplici: materiale video, giochi, brainstorming, questionari, presentazioni power point, visita guidata mostra. È stato inoltre importante adottare una prossemica differente da quella solita alunno/insegnante, pertanto lo spazio è stato organizzato in modo tale da poter predisporre le sedie in cerchio, facilitando il confronto fra tutti i partecipanti.

 

Attività:

1° incontro – in classe:

Durante il primo incontro ci si concentra sulla situazione idrica globale e sull’accesso all’acqua in Italia e nel mondo.

La prima attività prevede il ragionare, a gruppi, su dove possono essere state scattate alcune foto di paesaggi naturali. Volutamente si propongono ai ragazzi delle immagini di varie parti del Mondo (esempio: Etiopia, Sicilia, Venezia, Sahara, Sud Est Asiatico post Tsunami…). L’Etiopia, ad esempio, è un luogo molto particolare dal punto di vista geografico perché in esso troviamo il tipico paesaggio montano ma anche la zona più desertica, mentre in Sicilia troviamo zone particolarmente aride e quasi desertiche. Risulta pertanto interessante proporre agli allievi foto in cui sono raffigurati ambienti che creano un effetto di straniamento. Segue una verifica dell’effettiva collocazione degli ambienti naturali e discussione.

Con la seconda attività (utilizzo del power point “Acqua fonte di vita” disponibile presso l’ONG CCM di Torino), si inizia a riflettere concretamente sulla reale distribuzione delle risorse idriche globali (percentuale dell’acqua dolce e salata), cartina delle precipitazioni e delle zone aride a confronto. Inoltre si potrà notare come alcuni paesi (Cina, India, Africa Orientale etc…) hanno forti precipitazioni ma poca disponibilità d’acqua dolce. Secondo le Nazioni Unite, ogni persona ha diritto dai 20 ai 50 litri d’acqua pulita al giorno e la fonte deve essere a meno di un chilometro di distanza dall’abitazione. Purtroppo sappiamo  che non è così. La popolazione mondiale è in costante crescita e parallelamente il consumo procapite aumenta esponenzialmente, mentre la quantità di acqua dolce sulla Terra rimane invariata. Le proiezioni future ci dicono che, se manteniamo il consumo odierno, nel 2025 due persone su tre ne soffriranno la mancanza. Come risulta essere la situazione nel nostro territorio invece? Sempre divisi per gruppi, proponiamo la terza attività. Ogni gruppo di alunni riceverà una cartina muta della propria zona e dovrà indovinare di quale luogo si sta parlando e localizzare le fonti idriche. Questo esercizio è finalizzato a capire quanto i ragazzi conoscono il territorio circostante e a ragionare sulla facilità o meno di accesso all’acqua. A seguire discussione. Per completare il discorso è possibile parlare di conflitti legati all’acqua, definita ormai da molti l’oro blu. Una delle guerre più note e datate è quella presente nel bacino del Nilo.

Infine, sempre parlando di accesso all’acqua, può essere utile e “divertente” mostrare ai ragazzi i seguenti video:

 

2° incontro – in classe:

Il secondo incontro è finalizzato a conoscere e capire il rapporto fra malattie e acqua.

Proiezione del video “Bilharzia Boy” (disponibile presso l’ l’ONG CCM di Torino) in cui si racconta la storia di un bambino africano affetto dalla BILHARZIA, una malattia trasmessa in acqua e causata da minuscoli vermi che si annidano nell’intestino e nella vescica causando febbre alta, dolori addominali e sangue nelle urine. Per guidare nel modo appropriato i commenti dei ragazzi sul video, si consiglia di seguire la “scaletta” di domande presente negli allegati in fondo a questo documento.

Un’ulteriore malattia, sempre legata all’acqua, è il COLERA. Per parlare di questo tema in maniera più “leggera e divertente”, si consiglia di avvalersi della presentazione power point “Quiz di John Snow” (disponibile presso l’ONG CCM di Torino), che affronta la questione relativa alla diffusione del colera nella Londra vittoriana attraverso un’indagine poliziesca in perfetto stile Sherlock Holmes. I ragazzi potranno seguire al meglio il caso servendosi della piantina della città (presente negli allegati in fondo a questo documento).

A questo punto si chiede agli allievi, quali problemi può causare, secondo loro, l’acqua scarsa o non pulita. Per trovare conferma o smentita alle supposizioni emerse, l’insegnante presenta il power point “Acqua e Salute” (disponibile presso l’ONG CCM di Torino).

In vista del terzo incontro, che tratterà di “Acqua: consumi e utilizzi”, ogni ragazzo riceverà una copia del questionario sui consumi personali d’acqua (presente negli allegati in fondo a questo documento), che compilerà a casa con l’aiuto della propria famiglia 

 

3° incontro – in classe:

Analisi dei questionari compilati a casa e dibattito. A seguire, proiezione del video “Acqua in Africa” (disponibile presso l’ONG CCM di Torino) utile per stabilire un paragone fra la vita di una bambina africana e quella di un bambino europeo. Per guidare nel modo appropriato i commenti dei ragazzi sul video, si consiglia di seguire la “scaletta” di domande presente negli allegati in fondo a questo documento.

Gioco del Vero/Falso, presente negli allegati in fondo a questo documento, propedeutico alla presentazione power point intitolata “Acqua e Consumi” (disponibile presso l’ONG CCM di Torino).

Per richiamare il questionario sui consumi familiari, nello specifico relativamente all’acquisto dell’acqua minerale, proiettare il video “Intervista doppia: acqua libera, acqua venduta” (http://www.youtube.com/watch?v=CSndmOTYGxs ).

Per concludere, consegnare e commentare il decalogo dell’acqua presente negli allegati in fondo a questo documento, tratto dal sito www.federparchi.it 

 

4° incontro – visita guidata alla mostra:

MOSTRA FOTOGRAFICA a cura dell’ONG CCM – Comitato Collaborazione Medica. L'obiettivo del percorso fotografico è descrivere le problematiche inerenti alla disparità dell'accesso ed al consumo dell'acqua nel Nord e nel Sud del mondo.

Il tema dell'acqua, da sempre elemento fondamentale e vitale per l'uomo, viene affrontato da diversi punti  di vista: geografico-ambientale, politico-economico, culturale e sanitario.

Il primo tema trattato è la sua distribuzione a livello globale: viene illustrato il ciclo dell’acqua e la sua disponibilità geologica.

Il secondo percorso prevede una trattazione politico-economica. Viene affrontato il problema dell’accesso all’acqua, della sua  privatizzazione e delle presenti e future guerre per l’oro blu.

Il terzo percorso vede la trattazione dell’acqua sotto il suo aspetto antropologico-culturale. Viene valutata l’importanza sacrale dell’acqua per alcuni popoli e viene analizzato il lavoro di raccolta praticato dalle donne quotidianamente in molte zone dell’Africa.

L’ultima sessione è dedicata alle malattie derivanti dell’acqua. Alla ridotta quantità d’acqua e alla sua mancata potabilizzazione, infatti, sono attribuibili diverse malattie; si calcola che ogni anno circa 5 milioni di persone muoiano a causa di malattie veicolate da acqua contaminata: gastroenterite, colera, schistosomiasi, cecità fluviale, verme di Guinea, malaria e altre malattie dovute ad insetti vettori che si moltiplicano in ambienti umidi.

 

 

Classi coinvolte, numero di alunni e di insegnanti

Classe 1^A e 1^B

 

Precedenti esperienze svolte dalla classe:

La scuola è coinvolta in un progetto denominato “Ma guarda un po’ ” (finanziato dalla Compagnia di San Paolo) che tratta in generale di flora e fauna del territorio e del Po, e in particolare dell’ambiente e del territorio di Manta.

Durata del progetto

Un anno
Il percorso si è articolato in 3 incontri da 2 ore ciascuno + visita finale alla mostra “Acqua Fonte di Vita”

Obiettivi di apprendimento e competenze da sviluppare

Portare i ragazzi a ragionare sul tema ACQUA a 360° per la formazione di una coscienza attenta all’uso consapevole delle risorse.


Obiettivi specifici:

  • informare i ragazzi sulla situazione idrica globale e sull’accesso all’acqua (con particolare riferimento alla realtà locale dei ragazzi);
  • prendere consapevolezza del rapporto tra quantità e qualità dell’acqua disponibile e salute;
  • accennare alle malattie legate all’acqua e alla loro diffusione geografica;
  • spiegare la differenza fra approccio medico e sanitario;
  • prendere consapevolezza degli utilizzi produttivi e domestici della risorsa;
  • sensibilizzare sul risparmio idrico del Nord del Mondo;
  • ragionare sull’acqua come Bene Comune.

 

 

Elementi che rientrano di più nell’ambito dell’educazione allo sviluppo sostenibile e alla solidarietà internazionale

Proposte di cambiamento negli stili di vita

Grazie ad attività ludiche pratiche, ma finalizzate alla comprensione di concetti importanti, ai ragazzi è stato dato modo di acquisire informazioni volte a sviluppare atteggiamenti consapevoli e corretti in relazione ad un corretto utilizzo della risorsa acqua.

 

 

Esperienze di “cittadinanza e partecipazione”

 

Il percorso ha previsto la partecipazione di alcuni studenti e delle loro famiglie all’inaugurazione della mostra fotografica “Acqua fonte di vita” e al seminario avente come tema Acqua: Bene Comune, organizzato in collaborazione con il Comune di Manta, CCM, Parco del Po Cuneese, Aigo e il Gruppo Sololo Hospital.

 

Valutazione

La valutazione con gli alunni meriterebbe un incontro dedicato, in modo da riuscire a cogliere i diversi aspetti della loro partecipazione e del loro coinvolgimento nella tematica trattata. Purtroppo per motivi di tempo questo non è stato possibile, per cui si è optato per una breve valutazione conclusiva solo negli ultimi minuti dell’incontro finale. La valutazione dell’intero progetto è comunque risultata positiva.

 

Per farsi aiutare

Questa scheda è stata redatta dall'insegnante Stefania Bonetto della scuola primaria di Ceresole d'Alba (CN) e dall’ong CCM.  

 

Scarica la scheda  completa e in formato PDF

 

Per informazioni e suggerimenti potete rivolgervi al referente del settore all’Educazione Cittadinanza Mondiale di:  

CCM – Comitato Collaborazione Medica

Via Cirié,32/e – 10152 Torino

Telefono: 011.6602793

Fax: 011.3839455

Sito web: www.ccm-italia.org 

Email: ccm@ccm-italia.org