Aller à la page d'accueil. | Aller au contenu. | Aller à la navigation |

Cerca tra gli strumenti didattici Cerca tra gli strumenti didattici

...per progettare e realizzare le tue attività di educazione allo sviluppo sostenibile, alla solidarietà e alla cittadinanza mondiale.

 
 

IL DIRITTO DI MANGIAR SANO

Istituto Comprensivo “Ferraris” di Vercelli
  • Nomi insegnanti referenti del progetto educativo: Letizia Filippone


    Istituto Comprensivo “Ferraris”

    P.zza Cesare Battisti, 6
    tel. 0161/257999 | fax. 0161/501543
    e-mail: icferrarisvc@tiscali.it
    e-mail certificata: icferrarisvc@legalmail.it
  • 13100 - Vercelli (VC)
  • Scuola

Partner(s)

 

MAIS – Movimento per l’Autosviluppo, l’Interscambio e la Solidarietà

Via Saluzzo, 23 – 10125 Torino

Telefono: 011/657972

Fax: 011/

Email: info@mais.to.it

Sito: www.mais.to.it

 

 

Temi

  • Alimentazione

Livello d’istruzione

  • Scuola primaria

Scuola primaria: 5C.

Materie scolastiche associate

  • Storia-Geografia / Scoperta del mondo
  • Informatica et Internet
  • Educazione artistica

Italiano, Immagine, storia, informatica.

Descrizione del progetto/azione/attività

Primo incontro:

Analizzare il tema dei “diritti dei bambini”: si preparano diversi cartelloni nei quali i bambini

scrivono i loro pensieri, le loro opinioni e la loro idea di diritto; cos'è un diritto?

Analisi della Convenzione dei diritti dell'infanzia, spiegando la differenza tra diritti e doveri.

 

Secondo incontro:

Analizzare nello specifico il diritto alla salute (tra i testi utilizzati quelli della mostra “Insieme per i diritti dell'infanzia”, promossa da COP Co.Co.PA e ReCOSOL).

Salute e alimentazione sono strettamente legati; sempre attraverso l' uso di cartelloni i bambini scrivono il loro pensiero sul concetto di “sana e cattiva alimentazione”. 

Nell'ultima parte dell'incontro ci si concentra sul Sahel e l'alimentazione tipica dell'Africa sub-sahariana, attraverso la lettura di ricette di piatti tipici senegalesi.

 

Terzo incontro:

I bambini, divisi in gruppetti da tre o quattro bambini, svolgono due attività.

La prima riguarda una sintesi delle attività realizzate nei due incontri precedenti nella modalità che si preferisce: la scrittura di un tema, l'elaborazione di un disegno o di uno slogan etc.

La seconda fase prevede un lavoro in da realizzare tutti insieme, con l'aiuto della maestra: la creazione di una presentazione in power-point di 4-5 schede, nelle quali vengono evidenziati gli aspetti principali: cosa è un diritto, la convenzione dei diritti dei bambini; il diritto alla salute; la sana alimentazione; i sapori del Sahel.

 

Classi coinvolte, numero di alunni e di insegnanti

 Scuola primaria: 5C.

 

Precedenti esperienze svolte dalla classe

La classe, come molte altre classi dell'Istituto Comprensivo “Ferraris” ha partecipato negli anni scorsi a progetti finanziati dalla Provincia di Torino.

Durata del progetto

3 incontri da 2 ore.

Obiettivi di apprendimento e competenze da sviluppare

Promuovere la conoscenza dei diritti dell'infanzia proponendo un confronto tra la situazione in Italia e nei paesi del Sahel, puntando una maggior attenzione sul diritto alla salute (legato al tema dell'alimentazione) e all'istruzione.

Elementi che rientrano di più nell’ambito dell’educazione allo sviluppo sostenibile e alla solidarietà internazionale

Proposte di cambiamento negli stili di vita

  • Conoscenza e conseguente rispetto dei diritti altrui;
  • Imparare a rispettare anche i doveri che ci competono.

 

Esperienze di “cittadinanza e partecipazione”

Coinvolgimento dei genitori nel lavoro degli studenti.

 

Valutazione

Il percorso è stato valutato sulla base dei comportamenti assunti dagli studenti in classe con i propri compagni.

Complessivamente la valutazione è positiva, sia per quanto riguarda la collaborazione con l'ONG, sia per quanto riguarda le attività con gli studenti.

 

Report finale

Il lavoro è stato molto interessante. Il taglio differente di questo percorso rispetto a quelli svolti dalle altre classi dell' Istituto “Ferraris” rende completo il lavoro fatto insieme al corpo docenti: in questo caso, infatti, si propone un punto di vista differente, quello dei diritti, un tema che è alla base di tutti i temi che riguardano l'umanità.

Per farsi aiutare

 Questa scheda è stata redatta dall’ insegnante Letizia Filippone della Scuola primaria “Ferraris” di Vercelli e dalla ong MAIS. 

 

Scarica la scheda completa in formato PDF  

 

Per informazioni e suggerimenti potete rivolgervi al referente del settore all’Educazione Cittadinanza Mondiale di:

 

MAIS – Movimento per l’Autosviluppo, l’Interscambio e la Solidarietà

Via Saluzzo, 23 – 10125 Torino

Telefono: 011/657972

Fax: 011/

Email: info@mais.to.it

Sito: www.mais.to.it