Aller à la page d'accueil. | Aller au contenu. | Aller à la navigation |

Cerca tra gli strumenti didattici Cerca tra gli strumenti didattici

...per progettare e realizzare le tue attività di educazione allo sviluppo sostenibile, alla solidarietà e alla cittadinanza mondiale.

 
 
Azioni sul documento

Video

Un gruppo di lavoro del Comitato di Pilotaggio si è riunito più volte per definire dei termini di riferimento e poi con il prestatore del servizio che è stato scelto per la produzione dei video.
Le aspettative degli insegnanti, espresse nel corso dei diversi incontri del progetto (workshops, convegni internazionali, ecc.) hanno orientato la scelta della tipologia dei video verso dei cortometraggi, più facili da utilizzare nelle classi. Le riflessioni degli insegnanti rispetto ai punti di partenza degli alunni sulle problematiche Nord/Sud, ci hanno orientato verso dei soggetti della vita quotidiana, che possono interessare tutti.
La volontà era quella di creare uno strumento utilizzabile dalla scuola primaria fino alla secondaria con differenti spunti di analisi e disciplinari.
I video sono stati concepiti come supporti che permettono agli insegnanti di introdurre o illustrare un’unità didattica sullo sviluppo sostenibile. I video cercano di mostrare che al di la delle frontiere siamo allo stesso tempo uguali e diversi. Vogliono far scaturire una problematica e aiutare gli alunni a identificare dei temi. I temi trattati e la maniera di filmarli devono permettere di rompere i preconcetti e smuovere i pregiudizi.
Per concludere, l’idea è di “catturare” le rappresentazioni dei bambini e, quindi, di non immortalare un discorso “chiavi in mano” delle buone pratiche dello sviluppo sostenibile.
Per questo motivo la voce fuori campo è stata tolta : a favore della concentrazione sulle testimonianze. Agli insegnanti é affidato il compito di riprendere le tematiche trattate nei video, con l’aiuto di schede didattiche complementari.

In totale sono stati realizzati 20 video da parte di autori europei e africani.




Il regista Marc Peyrronard ha viaggiato nel 2010 dall’Italia al Burkina Faso, e poi in Senegal e in Francia, per realizzare filmati e interviste in particolar modo presso località e scuole protagoniste di iniziative di cooperazione decentrata e scambi internazionali in atto tra i due Paesi Saheliani e le due Regioni europee.



In totale, il suo lavoro ha permesso di arrivare alla realizzazione di un totale di 12 video.
In particolare:

1. Educare allo Sviluppo Sostenibile e alla Solidarietà Internazionale


Video per insegnanti e operatori, durata 29 minuti

Parte 1 (15'):



Parte 2 (14'):


Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !


8 video tematici per l’utilizzo in classe come supporto pedagogico
Durata: 5-10 minuti ciascuno




2. Nutrirsi / Sai che cosa mangi ? (10’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

3. Nutrire gli uomini / Sai da dove viene quello che mangi ? (5’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

4. Proteggere la natura / Che cos’è per te la natura ? (7’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

5. Convivere / Il lupo, l’elefante, l’allevatore, l’agricoltore … (6’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

6. Andare a scuola, spostarsi / E tu, come vai a scuola ? (10’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

7. Abitare / E domani, dove vivrai ? (7’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

8. Lavorare domani / Cosa farai da grande ? (8’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

9. Essere solidale / Che cos’è per te la solidarietà ? (10’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !



3 video di approfondimento tematico, per il lavoro in classe


Durata : 8-9 minuti ciascuno

10. Proteggere-sfruttare la foresta (9’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

11. Convivere / Conflitti tra l’uomo e la natura (9’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

12. Riciclare la plastica in Burkina Faso (8’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !


Ad un regista del Burkina Faso, Fabrice Zongo, è stato contemporaneamente chiesto di realizzare un lavoro analogo a quello di Marc Peyrronard, ma attraverso la realizzazione di filmati e interviste in un solo Paese, mettendo a confronto opinioni e punti di vista di giovani, adulti e anziani di diverse provenienze sociali e abitative (la capitale Ouagadougou, le zone rurali, la cittadina di Gorom-Gorom in piena zona predesertica).



Fabrice Zongo, in piena autonomia, ha così realizzato 7 cortometraggi tra il 2010 e il 2011 della durata di 6-12 minuti:

Girati nel 2010 a Ouagadougou, Burkina Faso



13. L’energia per la mia città (6’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

14. I rifiuti / Contro l’inquinamento e i rifiuti di plastica a Ouagadougou (6’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

15. La foresta vista dai cittadini di Ouagadougou (8’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !



Girati nel 2011 a Ouagadougou e a Gorom-Gorom, Burkina Faso



16. In Burkina Faso, l’acqua è vita (10’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !

17. Cosa si mangia in Burkina Faso ? (9’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !


18. Il futuro visto dai giovani del Burkina Faso (9’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !


19. A proposito di solidarietà (12’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !




Infine, nel 2011, un ultimo cortometraggio dal titolo “Alla scuola media di Wodobéré” è stato girato in Senegal, nella Regione di Matam, dai registi Akawala Nana Hadiza e Aboubacar Sidibé e grazie alla collaborazione del Master di Realizzazione del Documentario dell’Università di St Louis e dell’Associazione ADOS.




20. Alla scuola media di Wodobéré (10’)



Visita la pagina YouTube del progetto: in italiano e ... in francese !


Grande attenzione, vogliamo sottolinearlo, è stata data alla questione linguistica e alla necessità che i video prodotti per l’utilizzo in classe, sia in Italia che in Francia, non fossero sottotitolati ma bensì doppiati. In Italia, in particolare, è durato circa tre mesi il lavoro di doppiaggio e rielaborazione di tutti i video realizzati, che ovviamente contenevano la maggior parte di dialoghi in lingua francese. Il risultato, davvero sorprendente, è stato possibile grazie alla disponibilità e all’impegno dei docenti e degli alunni dell’Istituto Lanino di Vercelli, che si sono cimentati in una vera e propria attività di recitazione assumendo le parti di ogni singolo bambino francese e africano interpellato, anche più volte per domande diverse, nei numerosi video realizzati.